Viaggio Nel Mondo

Linosa

Linosa, isole Sicilia

© Sicilia!

Tre vulcani spenti si profilano contro il blu profondo del Mediterraneo aperto. Linosa, la più piccola delle Pelagie, è un’isola dall’aspetto peculiare, quasi inquietante per alcuni, fortemente caratterizzata dalle colate laviche che contrastano con la vegetazione ed il blu del mare.

Una costa nera, aspra, frastagliata e a picco sul mare. I rilievi pronunciati, tre coni peculiari che svettano in un quadro completamente azzurro di cielo e di flutti. Poco discosto a nord-est, sorge dalle onde il piccolo ma bellissimo faraglione di Lampione.

Linosa, come la sorella Lampedusa, è brulla e secca. Ma i suoi paesaggi sono completamente diversi e la bellezza di Linosa sta tutta nei contrasti di colori, in un affresco variegato di zone coperte di bassa vegetazione, aree di costa nere di colate laviche. Un affresco cangiante, con le sue insenature che passano dal nero delle spiagge al rosso intenso dei depositi, al giallo delle zone più argillose.

Una terra arida ma fertile, da cui provengono le famose lenticchie di Linosa e i prodotti tipici di queste zone mediterranee, tra cui capperi e fichi d’india. Un’isola sperduta nelle atmosfere e nelle attrattive, fuori dal mondo per i paesaggi lunari e fuori dal tempo per la totale assenza di caos, per il suo turismo dai ritmi lenti e pacati, lontana in tutto e per tutto. Davvero una fuga dalla realtà quotidiana, sotto ogni aspetto

Linosa da vedere

Il piccolo villaggio di Linosa è un luogo decisamente pittoresco, da visitare passeggiando con tutta calma per le sue particolarissime case, dipinte nei colori pastello più disparati che fanno pensare a una cittadina brasiliana o villaggio tropicale.

Una visita obbligata sono i crateri, ormai spenti ed addirittura abitati, con insediamenti di piccole case di contadini. Il cratere principale o Fossa del Cappellano, è una zona verde in cui si concentrano le coltivazioni e i vigneti dell’isola. Imperdibile un giro in barca dell’isola, muniti di macchina fotografica per immortalare l’intensità e varietà dei colori dell’isola e delle sue rocce, incorniciate dal blu intenso del mar Mediterraneo.

Le spiagge

Poche le spiagge accessibili da terra. Spettacolare la Pozzolana, di fronte all’abitato di Linosa, con alle spalle una parete levigata di rocce laviche scolpite dal vento in intagli curiosi e stupefacenti. Da non perdere la spiaggia delle Piscine, in cui curiosi piccoli bacini formate dalle rocce laviche creano piccole pozze di acqua di mare.

Bellissima anche la Spiaggia del Conte, proprio sotto il faro dell’isola, da cui partono i sentieri che conducono ai tre vulcani spenti: Monte Rosso, Monte Nero e Monte Vulcano. Gli amanti delle immersioni devono assolutamente fare un salto e un tuffo nelle acque blu profondo della Sicchitella. Non solo fauna e flora marittime, ma nel profondo dei fondali, un relitto navale e cocci di antiche anfore.

,